mercoledì 14 novembre 2012

Comunicato Stampa Finale Nazionale Rally-O 2012


Nel giorno in cui Sèbastien Loeb sulla DS3 WRC del Citroen Total World Rally Team conquistava l’ennesimo titolo mondiale iridato di Rally, a Roma si disputava la Finale Nazionale di Rally-Obedience . Un memorabile evento svoltosi presso il centro sportivo Indiana Kayowa si è concluso lo scorso 11 novembre 2012. Un’organizzazione perfetta che non ha tentennato nemmeno sotto il temporale e il vento che sferzava fortissimo facendo da sfondo alla competizione. Oltre 250 atleti con i loro beniamini a quattro zampe al seguito, provenienti da tutt’Italia si sono ritrovati per dar mostra della loro bravura e per competere ai fini dell’assegnazione dei Titoli Nazionali in palio. Il Rally-Obedience, disciplina cino-sportiva che consiste nel far eseguire esercizi di obbedienza al proprio cane, come il terra, il seduto, l’in piedi, il resta fino a 63 diversi esercizi, il tutto in condotta, dove cane e conduttore devono nel minor tempo possibile e senza commettere errori, percorrere il tracciato di gara segnalato e descritto da cartelli numerati in sequenza. Per fare un paragone con il Rally, il cane sarebbe il pilota e il conduttore il secondo pilota (navigatore). Nove le diverse categorie per tre titoli ciascuna. Nella stessa giornata si sono svolti le Finali di Coppa Italia, Campionato e il Trofeo delle Regioni a Squadre o Team Cup. E partiamo proprio da quest’ultima dove nel grado Esordiente la prima Regione a classificarsi è stata il Lazio con il team composto da Micci Ilaria con Mari, Rimedio Barbara con Febby e Bragalone Paola con Anja, seguiti dalla Regione Veneto con Mao Alessandro e Mira, Francesca Munaretto e Nikita e Fineschi Luca con Apollo, ha chiuso in terza posizione con il bronzo la Regione Toscana con il team composto da Mei Annamaria e Thui Sheng, Raveggi Elena e Pedro e Stagnaro Antonietta con Jhonny Deep. Nel grado Puppy la Regione Lazio con Taglioli Alessia e Dubai e Soldano Grazia con Abel hanno avuto la meglio sulla Puglia con Chimenti Alessandra e Brie. Nel grado Veterano sempre la Regione Lazio con Mihalyi Melinda e Bianca, Rimedio Barbara e Annie, Pochettino Gianfranca e Miwok questa volta hanno la meglio sulla Toscana con Lorenzo Breveglieri e Samy. Nel Grado 1 a dominare è sempre la Regione Lazio con il team composto da Rimedio barbara con Maddy, Carletti Valentina con Cha Cha Cha e Ruotolo Sandro con Guapa, il secondo team classificato appartiene alla Campania con Troise Francesca e Jordan, Palmeggiano Emanuela e Alizia Do Lusiadas e Francesca Troise con Tsunami, terza posizione per la Puglia con Chimenti Alessandra e Maya e Pierluca Romano e Marlene. Nel Grado 2 è il Veneto ha trionfare con il team composto da Francesca Munaretto e Asia, Piazza Belinda e Pepita, Dalla Marta Roberta e Melody, a seguire il Lazio con D’Ambrosi Michela e Arya, Danieli Mirella e Michelle, gradino più basso del podio per la Campania con Magni Irene e Odi. Il Grado 3 è monopolizzato dal Lazio con Tiracorrendo Daniela e Jive, D’Ambrosi Michela e Uran, Bonanni Simonetta e Rosa. Nel Grado Junior 1 Under 18 è il Piemonte a primeggiare conquistando l’oro con il team composto da Vecchia Gabriele con Artù e Shonik e Palummieri Mattia con Demy, argento per la Campania con Trametta Giulia e Alizia, bronzo per il Friuli Venezia Giulia con Giacometti Giada e Tobia. Nel Grado Junior 2 Under 18 il Lazio con Orzilli Davide e Kiko supera il Friuli Venezia Giulia con Paronitti Jessica e Rex, rispettivamente oro e argento. Nel Grado Junior 3 Under 18 l’eccellente Giulia Trametta con Nike conquista l’oro per la Campania. In Coppa Italia sono stati proclamati i seguenti Campioni Italiani nei rispettivi Gradi, partendo dagli Esordienti con l’oro per Mao Alessandro e Mira, argento per Micci Ilaria e Galaxi Girl, bronzo per Rimedio Barbara e Febby. Nel grado Puppy, oro per Chimenti Alessandra e Brie, argento per Taglioli Alessia e Dubai, bronzo per Soldano Grazia e Abel. Nel grado Veterano, oro per Mihalyi Melinda e Bianca, argento per Rimedio Barbara e Annie, Bronzo per Breveglieri Lorenzo e Samy. Nel grado 1, oro per Troise Francesca e Jordan, argento per Rimedio Barbara e Maddy, bronzo per Chimenti Alessandra e Maya. Nel grado 2, oro per Munaretto Francesca e Asia, argento per Piazza Belinda e Pepita, bronzo per D’Ambrosi Michela e Arya. Nel grado 3, oro per Tiracorrendo Daniela e Jive, argento per D’Ambrosi Michela e Uran, bronzo per Bonanni Simonetta e Rosa. Nel grado Junior 1 Under 18, oro e argento per Vecchia Gabriele rispettivamente con Artù e Shonik, bronzo per Palummieri Mattia con Demy. Nel grado Junior 2 Under 18, oro per Orzilli Davide e Kiko, argento per Paronitti Jessica e Rex. Nel grado Junior 3 Under 18, oro per Trametta Giulia con Nike. Nel Campionato sono stati proclamati i seguenti Campioni Italiani nei rispettivi Gradi, partendo dagli Esordienti con il podio tutto veneto con l’oro per Fungher Francesca e Brenno, argento per il Mao Alessandro e Mira, bronzo per Fineschi Luca e Apollo. Nel grado Puppy, oro per la pugliese Chimenti Alessandra e Brie. Nel grado 1, oro e argento per la campana Troise Francesca rispettivamente con Jordan e Tsunami dei Matiblu, bronzo per la pugliese Chimenti Alessandra e Maya. Nel grado 2, oro per la veneta Piazza Belinda con Pepita. Nel grado Junior 1 Under 18, podio tutto piemontese con l’oro e il bronzo per Vecchia Gabriele rispettivamente con Shonik e Artù, argento per Palummieri Mattia e Demy. Nel grado Junior 2 Under 18, oro per la friulana Paronitti Jessica e Rex, argento per il laziale Orzilli Davide e Kiko. Nel grado Junior 3 Under 18, oro per la campana Trametta Giulia e Nike. Il clima amichevole e cordiale che si respirava fra i concorrenti ha dimostrato che la disciplina si sta diffondendo con sani valori e principi sportivi, dove l’importante non è vincere ma partecipare, così come nella vita l’importante non è trionfare ma combattere. L’essenziale non è conquistare la vittoria ma battersi lealmente. Dove lo Sport con la “S” maiuscola è emozione, senso di appartenenza, lo sport è partecipazione. In fine si ringrazia il CSEN nella persona del Presidente Francesco Proietti per il sostegno che ha dato alla disciplina grazie anche all’impegno del referente del settore cinofilia Massimo Perla. Grazie a Maria Francesca Baldi per l’attività di comunicazione svolta egregiamente e a tutto lo staff dell’Indiana Kayowa citando fra tutti Francesco Brescia e Fabiani Marta. Grazie ai referenti di macro area Matteo Rino Pittavino (Nord), Alessio Pernazza (Centro), Pasquale Caramia (Sud). Grazie ai giudici di gara, Ilenia Sinatò (Lombardia), Francesca Munaretto (Veneto), Simonetta Bonanni (Lazio), Barbara Rimedio (Lazio), Patrizia Aguiari (Emilia Romagna), Lidia Licini (Veneto) e Francesco Cosentini (Calabria). Grazie a tutte le Associazioni che hanno ospitato le gare del circuito nazionale, tutti i binomi che hanno gareggiato e tutte le persone che ci hanno sostenuto e incoraggiato.

Nessun commento: