martedì 23 dicembre 2014

Buon Natale e Felice 2015


Un altro anno ricco di successi per la Rally-Obedience giunge al termine e quello che verrà lo sarà ancor di più. Un migliaio di atleti praticano ormai costantemente questa disciplina sotto l’egida CSEN e nonostante la crisi che ha notevolmente rallentato le attività al meridione, d’altra parte a fare da contrappeso si è avuto un eccezionale incremento del numero di praticanti al settentrione. Con un saldo finale positivo, che lascia intravedere ancora notevoli margini d’incremento, posso ritenermi, insieme a tutta l’organizzazione, soddisfatto e compiaciuto per i risultati raggiunti. L’Italia come non mai negli ultimi anni sta’ giocando un ruolo di primo piano nello scenario internazionale dello sport cinofilo, basti ricordare che solo sei mesi fa si disputava in Italia il Campionato del Mondo di Agility WAO e che quest’anno si disputeranno sempre in Italia i Campionati del Mondo di Agility IFCS e FCI, oltre al Campionato Internazionale di Rally-Obedience. Quest’anno, la Commissione Europea ha per la prima volta formalmente assegnato la delega dello sport al portafoglio di un Commissario, il dott. Tibor Navracsics. Questo mette in evidenza come lo sport sia un elemento fondamentale e non trascurabile nella vita di milioni di cittadini europei. Lo sport è promotore di valori universali come la solidarietà, la tolleranza, il rispetto delle regole e del prossimo, dimostrandosi in alcune circostanze più incisivo di altre Istituzioni e Organismi nell’ottenimento della convivenza pacifica tra i popoli. Ed è, altresì, uno straordinario strumento per promuovere l’educazione, lo sviluppo sociale ed economico e la salute. Basti pensare che la pratica di una sana attività sportiva potrebbe portare ad un notevole abbassamento delle spese sanitarie e quindi ad un complessivo vantaggio anche per la spesa pubblica. Oggi in una società sempre più intollerante verso le forme di diversità, lo sport potrebbe rivestire un ruolo fondamentale e utilissimo nel ripristino dei principi di fratellanza, uguaglianza, tolleranza e solidarietà. Per ritornare a noi, ritengo che i cinofili abbiano una marcia in più o meglio una indole ed una naturale propensione all’accettazione del prossimo e più in generale al rispetto della natura e dell’ambiente, che a mio avviso saranno i temi cardine del futuro prossimo. Ne è testimonianza l’Expò di Milano 2015 che avrà come tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, dove ritornano prepotenti le tematiche quali Cibo, Energia, Natura e Ambiente e quindi Vita. Dovremo cominciare ad abituarci a considerare l’idea di essere non più cittadini dell’Italia, di Trieste , di Pantelleria, piuttosto che di Cuneo, bensì Cittadini del Mondo, dove la terra dove vivo o dove andrò a vivere non è mia ma la condivido con tutti i cittadini del mondo e quindi la rispetto, la tutelo e la preservo con le migliori pratiche applicabili. In fine per non tediarvi, rivolgo un profondo grazie a tutte le persone che hanno contribuito alla diffusione della Rally-Obedience in Italia e all’estero, in particolare a tutti gli atleti sportivi, a tutti i presidenti delle associazioni cinofile, al Presidente del C.S.E.N. Francesco Proietti, al responsabile nazionale del settore cinofilia CSEN, Massimo Perla, persona meritevole di rappresentarci, con una dote non comune nei rapporti interpersonali e non solo. Uno stratega lungimirante e leale che ha fatto, sta facendo e farà tanto per la promozione degli sport cinofili. Un saluto va ai responsabili delle macro-aree, per il Nord Matteo Rino Pittavino, per il Centro Alessio Pernazza e per il Sud Pasquale Caramia. In fine, mi sono riservato lo spazio per le “mie” più strette collaboratrici, che voglio ringraziare singolarmente e affettuosamente per il loro impegno, la loro passione e il loro sostegno anche nei momenti più difficili, che la vita può sempre riservarci. Inizio con Simonetta Bonanni e Ilenia Sinatò, che si sono pazientemente  sobbarcate la mole di lavoro organizzativo e la gestione della designazione arbitrale e dei corsi tecnici. Continuo con il ringraziare tutti i referenti regionali di disciplina, Emanuela Palmegiano, Irene Magni e la piccola Giulia con l’augurio che possa presto ricominciare a competere e vincere come ha sempre fatto in questi ultimi anni. Patrizia Aguiari, Giorgia Beltrame, Ilaria Vitone, Salvatore Palummieri, Pierluca Romano e Alessandra Chimenti, Antonio Sciarratta, Barbara Ravazzolo, Lidia Licini, Francesca Munaretto, Barbara Rimedio. Per finire non potevo non ricordare e ringraziare per l’opera di divulgazione e promozione, Sandro Ruotolo e Francesco Brescia.                                                                                                                                 
 A tutti voi un fraterno abbraccio e un Augurio per un Felice e Sereno Natale e un prospero 2015. 
 Francesco Cosentini        


Nessun commento: